A. Finalità

A1. Quali sono le finalità della misura?
La misura, a carattere sperimentale, ha finalità espressamente ambientali e punta allo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso la diffusione di flotte pubbliche e private, con particolare riguardo all’ambito urbano, nonché l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive.

A2. Si prevede che la misura costituisca uno strumento per la ripresa del mercato dell’auto?
NO, non si tratta di una misura di sostegno al mercato. La misura, avendo una finalità ambientale e sperimentale, non rappresenta un provvedimento di sostegno o allo sviluppo del mercato dei veicoli e si allinea alle raccomandazioni dell’OCSE e della Commissione Europea (CARS 21)

A3. Quali sono i beneficiari della misura?
La misura, in considerazione delle sue finalità ambientali, è dedicata ai veicoli utilizzati per attività d’impresa (taxi, noleggio, flotte aziendali, etc.), che hanno percorrenze maggiori rispetto ai veicoli ad uso proprio. Le risorse destinate a questi ultimi sono finalizzate esclusivamente a sperimentare la diffusione di tipologie di veicoli particolarmente ecologici e meno diffusi.

A4. Perché viene incentivato l’acquisto di veicoli a basse emissioni, quando la loro diffusione è condizionata dalle limitata disponibilità di reti di rifornimento e ricarica?
La misura fa parte di una norma più ampia che prevede un capitolo destinato allo sviluppo delle infrastrutture di ricarica elettrica, che per la loro piena evoluzione richiedono l’effettiva disponibilità di un adeguato parco circolante.
 

 

I contenuti e i testi di questa pagina hanno un intento descrittivo ed esplicativo a favore di tutti i soggetti interessati, al fine di permettere una più rapida ed efficace comprensione delle disposizioni normative. È possibile consultare le norme di riferimento presso la sezione Normativa.